UFFICIO BENI CULTURALI ECCLESIASTICI | In evidenza | ITIINERARI DEL SACRO 2017

C.so Piemonte, 56

 12037 Saluzzo
 tel.: 0175 42.360
 fax: 0175 24.88.55
 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Direttore emerito dell'Ufficio Diocesano per i Beni Culturali Ecclesiastici: can. Romano ALLEMANO

 

Incaricato Diocesano per i beni culturali ecclesiastici, Delegato Vescovile per i rapporti con le

Soprintendenze, Membro della Commissione Diocesana di Arte sacra: dott.ssa Sonia DAMIANO

 

Segretaria: dott.ssa Ivana CAPELLINO

 

 

La costituzione dell'Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Saluzzo risale al 1997; è stata richiesta specificamente dalla C.E.I. e sollecitata dalla Pontificia Commissione per i Beni Culturali della Chiesa.

L'Ufficio BCE rappresenta dunque la sezione locale dell'Ufficio Nazionale per i Beni Culturali, che ha sede in Roma.

L'Ufficio, che tiene i rapporti con gli Enti di tutela, segue:

le pratiche di restauro e consolidamento statico degli edifici di culto e delle loro pertinenze; le pratiche di restauro, trasferimento e prestito per mostre di tutte le opere d'arte;

le procedure di verifica dell'interesse culturale (V.I.C.) dei beni immobili di proprietà di Enti Ecclesiastici o Religiosi secondo gli accordi MiBACT-CEI;

la dotazione di impianti di sicurezza antifurto per gli edifici di culto e pertinenze di valore storico artistico, per il Museo Diocesano, per l'Archivio Diocesano, per la Biblioteca Diocesana;

le pratiche di restauro degli organi a canne di interesse storico artistico;

il censimento informatizzato delle chiese, delle opere d'arte, del patrimonio librario e archivistico diocesano;

la conservazione e la consultazione di archivi e biblioteche diocesane; la promozione di musei diocesani;

l'Associazione Volontari per l'Arte Alba - Cuneo - Fossano - Mondovì - Saluzzo, nella sezione saluzzese.

L'Ufficio gestisce nello specifico il Museo Diocesano d'Arte Sacra con sede nel Palazzo dei Vescovi di Saluzzo (istituito nel 2011) e promuove il Museo d'Arte Sacra dell'Alta Val Maira con sede nella Confraternita di Acceglio (istituito nel 1998). Con il Bibliotecario Bertinetto don Giuseppe, gestisce la Biblioteca Diocesana Saluzzo con sede nel Palazzo dei Vescovi (aperta al pubblico nel 2013).   

Per le suddette attività, come dalle Norme e dal Regolamento Esecutivo per la concessione di contributi finanziari dalla C.E.I. a favore dei Beni Culturali Ecclesiastici, è previsto il sostegno finanziario della C.E.I.

La Commissione Diocesana di Arte Sacra è così composta: Antonioletti prof. Lea Carla; Bolla prof. Piero; Damiano dott.ssa Sonia; Gisolo can. Giovanni; Lovisolo prof. Mirella; Maero prof. Cesare. 

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il Progetto Città e Cattedrali 

Piemonte e Valle d'Aosta

Il significativo patrimonio culturale ecclesiastico del Piemonte e delle Valle d’Aosta è stato interessato, nel recente passato, da importanti lavori di studio, restauro e manutenzione straordinaria, con il virtuoso concorso della Chiesa, degli Enti pubblici, delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte e delle comunità locali.

Rendere praticabile anche attraverso la rete a pellegrini e visitatori questo patrimonio è l'obiettivo del portale "Città' e Cattedrali” (www.cittàecattedrali.it), che intende mettere a sistema la valorizzazione di luoghi di storia e di arte sacra aperti e fruibili, arricchendoli con itinerari di visita geografici e tematici, corredati da ampie descrizioni.

Il portale “Città e Cattedrali” rappresenta una piattaforma fondamentale nel processo di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico di Piemonte e Valle d’Aosta e si candida a diventare nel tempo una vera e propria porta d’ingresso digitale: uno spazio di presentazione e di interpretazione nel quale, in un’unica visione d’insieme, si possano cogliere le specificità e le chiavi di lettura storico-artistiche e liturgico-devozionali dei luoghi, per un’esperienza di visita consapevole.

Motore ed elemento fondamentale del sistema di fruizione del grandissimo numero di siti culturali ecclesiastici, concentrati nei centri urbani o diffusi sul territorio, sono i volontari, che si sono formati e sono maturati nella consapevolezza del percorso di crescita delle comunità locali e nel senso di appartenenza dei beni culturali e del paesaggio. Grazie al loro costante contributo e al lavoro degli uffici culturali diocesani sarà possibile il completamento e l’aggiornamento del portale “Città e Cattedrali”.

Per informazioni e prenotazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.