Appuntamenti a Palazzo Vescovi

Il Palazzo dei Vescovi di Saluzzo propone tre aperture straordinarie previste per il periodo natalizio.
Nell'anno in cui la Regione Ecclesiastica chiede agli istituti culturali diocesani di riflettere sul tema "Piemonte – Europa", il Museo e la Biblioteca diocesani comunicano il temporaneo trasferimento del polittico di Hans Clemer dalla chiesa parrocchiale di Celle di Macra, in Valle Maira, alla Cappella di San Sebastiano dell'antico episcopio.
L’operazione di tutela è resa possibile grazie ai fondi messi a disposizione nell’accordo triennale tra Regione Piemonte e Conferenza Episcopale Piemontese per progetti di valorizzazione integrata.
Le mirabili tavole saranno fruibili dal pubblico in Palazzo sino al completamento del cantiere di restauro delle coperture dell’edificio di culto di provenienza, previsto entro il mese di luglio del 2019, ma le prime tre occasioni per ammirarle coincideranno con le aperture di venerdì 21 dicembre 2018 dalle 13 alle 19, mercoledì 26 dicembre dalle 15 alle 19, domenica 6 gennaio 2019 dalle 15 alle 19.

Il 21 dicembre, in particolare, alle 16, il Vescovo di Saluzzo mons. Cristiano Bodo incontrerà nel Salone degli Stemmi i Volontari per l’Arte, i loro familiari ed i simpatizzanti, per un momento di confronto e scambio di auguri, al termine di un anno di impegno condiviso.
Mercoledì 26 dicembre, alle 16, avrà inizio il Concerto di Santo Stefano, ormai diventato un lieto appuntamento fisso per gli amici del Palazzo. Il pianista Antonio Ferrara, docente di Teoria e Solfeggio presso il Conservatorio Statale di Musica, e il violinista Mattia Sismonda, docente di Educazione Musicale e fondatore de “La Fabbrica dei Suoni”, partendo dalla consapevolezza di voler valorizzare il patrimonio musicale locale, hanno ideato e realizzato “Ratatouille - Curioso ascolto delle più celebri melodie nostrane”.
Il titolo della proposta musicale ricorda il tipico piatto della tradizione culinaria piemontese, spunto dunque per immergersi in una carrellata sulla musica piemontese, popolare e colta, dal Medioevo ai giorni nostri. Saranno proposte, tra le altre, alcune melodie del fossanese Beato Giovenale Ancina e Giovanni Sistri, con lo scopo di informare divertendo, chiacchierando e suonando.
Domenica 6 gennaio, nella festività dell’Epifania, si rinnoverà il reciproco scambio di auguri, alla presenza del Clemer, del bel Presepio del Maragliano, e, per l’ultima volta, delle opere di Nicola Bolla, Araldo Cavallera, Elio Garis, Franco Giletta, Ugo Giletta, Bruno Giuliano, Guido Palmero e Michelangelo Tallone nella mostra Cattedrale Contemporanea.