Domenica 12 novembre Giornata del Ringraziamento

La terra è “una realtà da custodire”. Di qui l’importanza del forte richiamo dell’enciclica Laudato si’ alla cura della casa comune, la sua percezione di un’interdipendenza globale che “ci obbliga a pensare a un solo mondo, ad un progetto comune”, il suo richiamo a “programmare un’agricoltura sostenibile e diversificata” (n. 164).
È un passaggio del messaggio che la Commissione episcopale Cei per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, la custodia del creato, ha elaborato in occasione della 67ª Giornata nazionale del ringraziamento che si celebra il prossimo 12 novembre.

Nel documento i Vescovi richiamano le ragioni “della promozione di una rinnovata pratica di coltivazione della terra, declinata nel segno dell’attenzione all’ambiente, intensificando le buone pratiche già in atto in molte realtà dei nostri territori, favorendo forme di produzione a basso impatto, attente alla biodiversità, capaci di privilegiare le produzione autoctone e senza varietà geneticamente modificate. È anche un modo di contrastare lo sviluppo di quel mutamento climatico che proprio sull’agricoltura ha alcuni degli impatti più devastanti”.
Ogni anno, osservano i presuli, la Giornata “si caratterizza come invito a guardare ai frutti della terra – ed all’intera realtà del mondo agricolo – nel segno del rendimento di grazie” ma anche come “memoria viva ed efficace della rinnovata risposta degli agricoltori ai doni del Signore”.
Di qui l’importanza di imprese agricole che “cercano di riconciliare la famiglia con l’economia di mercato, superando l’incompatibilità con l’”economia dello scarto” e promuovendo snodi di “economia civile”.
La Giornata 2017 si colloca inoltre nell’anno che la ONU ha dedicato al turismo sostenibile: “Promuovere forme di turismo strettamente collegate alla terra ed al mondo agricolo, infatti, permette positive sinergie tra il lavoro di coltivazione e quello legato all’ospitalità, così come tra questi due e la sostenibilità. Coltura e cultura si intrecciano così in forme spesso innovative (ma anche profondamente legate alla tradizione), generando crescita in umanità e buona occupazione, perché sia possibile continuare ad avere cura della terra di Dio”.
In occasione della 67° Giornata Nazionale del Ringraziamento, prendendo spunto dal passo biblico “Le primizie dei frutti del suolo che tu, Signore, mi hai dato” (Dt 26,10), si terrà a Cervignano del Friuli (Ud) un seminario di studio sul tema “La terra ospitale”, in programma sabato 11 novembre. Domenica 12 novembre, invece, alle ore 11.00, solenne celebrazione eucaristica nella Basilica di Aquileia.
A livello locale la Giornata Provinciale del Ringraziamento si celebra a Mondovì domenica 12 novembre. Alle 10.30 la S.Messa presieduta da mons. Luciano Pacomio. Concelebreranno don Beppe Bongiovanni, parroco della Cattedrale, e don Giuseppe Pellegrino, consigliere ecclesiastico di Coldiretti Cuneo.