Sabato 25 novembre: Ordinazione di Don Dario Ruà

.

Sono nato il 28 dicembre del 1992 a Cuneo da mamma Fiorella e papà Alfredo, quattro anni dopo è nata mi sorella Federica. Dopo le medie a Busca, mi sono iscritto al liceo scientifico Giuseppe Peano di Cuneo. Dopo la maturità, il 14 settembre 2011, sono entrato nel Seminario Interdiocesano di Fossano dove ho intrapreso gli studi teologici presso lo studentato teologico. Il primo anno di seminario ho svolto nel fine settimana il servizio pastorale nella mia parrocchia di origine, San Chiaffredo. In seguito per due anni sono stato destinato alla parrocchia Santa Maria Maddalena di Costigliole e successivamente ho proseguito il servizio per due anni nelle parrocchie di Venasca e Brossasco. Nel sesto anno di teologia ho fatto l'anno pastorale nella parrocchia di Bagnolo dove ora mi trovo. Il 6 Maggio passato sono stato ordinato diacono.

Un cuore che continua a battere

.

La comunità, anzi la Chiesa, cambia volto; va crescendo un po’ ovunque la corresponsabilità dei laici, dunque - e da qui viene una deduzione decisamente impropria -  c’è meno bisogno di preti; si allenta l’animazione vocazionale perché, in definitiva, oggi è la stagione dei laici.
Certo, la Chiesa va cambiando volto; sta tramontando quella clericale, in cui la presenza del sacerdote era garantita per ogni campanile, e sta crescendo una Chiesa più armonica, compaginata dalle diverse vocazioni, e consapevole che ciascuno, in essa, ha il suo dono da mettere a servizio degli altri. La vita di ognuno, alla luce del mistero di Dio, va riconosciuta come vocazione; la vita, pertanto, non è una causalità, bensì una chiamata, che Dio affida al grembo di una famiglia e di una comunità.

"Doniamo a chi si dona"

.

“Prendiamoci cura dei sacerdoti come loro si prendono cura di noi. Doniamo a chi si dona.” Così recita la locandina che troveremo in tutte le parrocchia italiane in occasione della 29esima Giornata Nazionale per il sostentamento dei sacerdoti diocesani, il 26 novembre, domenica dedicata a Cristo Re.
L’appuntamento annuale richiama l’attenzione dei fedeli sull’opera instancabile dei 35mila sacerdoti sempre in mezzo a noi e pronti ad aiutarci nelle fatiche della vita. Le Offerte sono dedicate al loro sostentamento.